I nostri Progetti

 

In occasione del Natale 2001 la testimonianza di don Renato ha entusiasmato tutti. Ci ha parlato della sua esperienza, della dura realtà fatta di povertà e violenza. Della sua difficoltà nel fare il prete-becchino di fronte ai troppi morti ammazzati per strada. Ha fondato la “Casa do menor”  a Rio che oggi conta più di 1000 bambini, 22 comunità, 3 asili, 6 scuole comunitarie, 14 officine professionalizzanti, 8 case-famiglia e 4 mini-ambulatori.

A noi ha proposto di aiutarlo a costruire una casa nel PROGETTO FORTALEZA.

Fortaleza si trova nello Stato del Ceará, Nord-est del Brasile, zona turistica tristemente famosa per la siccità e per il turismo sessuale anche su minori. Il Nord-est è la regione più povera del paese e la città di Fortaleza (la capitale) si estende su un’ area di 330 Kmq e dei circa 2 milioni di abitanti il 30% abitano nelle favelas.
L’obiettivo non è solo quello di nutrire questi ragazzi e di toglierli dalla prostituzione e dallo sniffare colla ma quello di offrire loro un’alternativa di vita, questo lo si può ottenere facendoli vivere in gruppo, proponendo attività sociali, istruendoli e soprattutto insegnando loro a lavorare per far sì che un domani possano cavarsela da soli.
In questi anni siamo riusciti a costruire  2 case in cui vivono 30 ragazzi ed i loro responsabili, provvediamo al sostentamento di 50 ragazzi compresa l'assistenza sanitaria che in Brasile è privata e costosa.

Aiutateci a farne altre!

Abbiamo costruito un capannone nelle campagne (São Luis do Curù). Ora dobbiamo fornirlo di macchinari per insegnare mestieri ai giovani del posto.
L'Associazione, nata per questo scopo, non deve limitare a questo. Abbiamo aiutato, anche se in forma più modesta, una missione in Kenia, una famiglia di peruviani che è trasferita a Farigliano, abbiamo mandato del materiale ai bambini del Kosovo, abbiamo collaborato con il Comitato Giovani di Farigliano per il dopo-Tzunami in India.
Siamo riusciti ad acquistare le attrezzature necessarie per l'attività dell'associazione ed un pulmino che lasciamo alla Casa di Riposo per il trasporto degli anziani, compatibilmente con le nostre esigenze.
Ma la nostra attività ha anche lo scopo di offrire ai nostri bambini e alle intere famiglie la  possibilità di attivita’
alternative ai bar ed ai giochi multimediali inculcando in loro una cultura della solidarietà. 

Immagini